• Alice

Sfornare i cookies più buoni di sempre, ai tempi della quarantena


In una giornata fredda e piovosa di fine Aprile, nel pieno della quarantena, quale potrebbe essere il rimedio per il cattivo umore da mal tempo?


Cookies, of course! Proprio quei biscotti uno-tira-l'altro, che a New York City hanno le dimensioni di una mano, burrosi e pieni di gocce di cioccolato.


Oggi voglio però condividere con voi una versione un po' insolita rispetto a quella diffusa nell'immaginario comune.


Nelle ultime settimane infatti grazie al contributo della mia deliziosa amica Chiara, in osservanza del "Meat Free Monday", ho sfornato (e trasformato) dolci e biscotti tradizionali in chiave vegan.


Per due motivi:

A)è possibile che non abbiate sempre a disposizione ingredienti come uova, burro e latticini freschi in questo periodo di quarantena, perciò le ricette vegane rappresentano una soluzione fantasiosa;

B)insieme a Chiara -vegana dai tempi della guerra di secessione!- voglio diffondere il messaggio che l'alimentazione vegana non è sinonimo di "sottrazione" di alcuni alimenti, anzi! E' l'introduzione di sapori e consistenze completamente diversi e sorprendenti.

Non è una privazione. E' un modo di assimilare tutti i nutrienti necessari al corpo, trovandoli all'interno di alimenti di origine esclusivamente vegetale.



Ho riassunto in poche, pochissime, righe il concetto di alimentazione vegana, ma c'è un modo intero da scoprire. Mi piacerebbe approfondirlo d'ora in avanti, un passo per volta, nei prossimi articoli e ricette in serbo per voi.


Se siete incuriositi vi invito a seguire le nostre dirette Instagram del lunedì pomeriggio.


Ed ecco a voi finalmente la ricetta dei cookies vegani più buoni di sempre: lasciatevi conquistare dalla consistenza umida e dall'aroma persistente di cioccolato.

Verrete catturati già dal profumo che invaderà la vostra cucina e che sicuramente provocherà non poche dita scottate al primo impaziente assaggio! Garantito (auch!).



Ingredienti per una teglia di biscotti (12/15 in base alla dimensione data):


-150g farina tipo 2 biologica Molino Verrini (o integrale, o farro...);

-1 cucchiaino di lievito per dolci; -30g olio di semi di girasole; -20g olio di cocco (sostituibile con olio e.v.o. delicato); -50g di zucchero semolato;

-45g di bevanda vegetale (nel mio caso di riso); -70g di gocce di cioccolato fondente

Procedimento:


Riscaldate il forno, impostandolo a 180°.


In una ciotola mescolate l'olio di semi di girasole e l’olio di cocco (non del tutto sciolto: se nella vostra cucina ci fosse molto caldo ponetelo in frigorifero per pochi minuti prima di cominciare). Aggiungete lo zucchero, due cucchiai della bevanda vegetale pesata e, con l'aiuto di una frusta, mescolate per due minuti per far sciogliere completamente lo zucchero.

Unite la farina e il lievito pesati insieme, il resto della bevanda vegetale e amalgamate bene gli ingredienti. Infine aggiungete le gocce di cioccolato.


Non preoccupatevi se l'impasto risulta appiccicoso: è la giusta consistenza da ottenere.

Con le mani leggermente bagnate o con l'aiuto di un cucchiaio dosatore, formate i vostri cookies e disponeteli distanziati su una teglia rivestita di carta forno.


Abbiate cura di distanziarli, perchè in cottura tendono a "rilassarsi" e il rischio e che si incollino tra loro. Infornate i cookies per 10-12 minuti, poi spegnete il forno e aprite leggermente lo sportello.

Lasciateli così per 2 minuti, poi verificate che la base sia dorata e poneteli a raffreddare a temperatura ambiente.


Little tips:

Personalizzate i vostri cookies aromatizzandoli con aroma di vaniglia, o con la scorza grattugiata di agrume, o ancora utilizzate una bevanda al cocco per accentuare l'aroma già presente nell'olio.

Se avete terminato il lievito in dispensa ...niente panico! Potrete sostituirlo con un cucchiaino di bicarbonato di sodio.


68 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2019 BIO.LOGICA - Creato con Wix.com