• Alice

Torta al kefir con glassa alla vaniglia e panna acida


Se siete state vittime di un colpo di fulmine saprete di quali sensazioni sto per parlarvi.

Quando un'immagine, una visione vi riempie la mente in un secondo: come se un oceano volesse entrare in un bicchiere.

Quando senza una ragione le pupille si dilatano, un brivido attraversa la schiena, le dita delle mani, percorre le gambe e si schianta a terra.

Quando una scintilla provoca un incendio dentro al petto.


Ecco il colpo di fulmine.

Quando i pensieri non corrono più sparsi, ma trovano un punto d'incontro, una direzione.

E quella diventa l'unica direzione possibile, la calamita della bussola, la meta.


Si, mi è capitato di essere travolta da simili emozioni nei confronti di una persona.


Capita però di ossessionarmi in modo simile anche nei confronti di un piatto.

Quando mi colpisce divento ostinata nel prepararlo e prepararlo e prepararlo ancora fino ad ottenere un risultato vicino alla "perfezione" (o quanto meno soddisfacente).

Mi capita di sfogliare una rivista, o un libro di cucina e venire attratta da una ricetta al punto da doverla preparare per forza, la sera stessa o quanto prima.


Mentre compro gli ingredienti inizio ad immaginarmi il procedimento prima, il risultato poi.

Fantastico sul profumi che aleggeranno per la cucina, sui colori delle decorazioni del piatto.

E' come dare una forchettata, un primo assaggio nella mia immaginazione.


Recentemente sono stata rapita da questa torta al kefir con glassa alla vaniglia e panna acida, scovata tra le pagine di Cook (editoriale mensile del Corriere della Sera).

La ricetta è di Skye Gyngell e la riporterò per voi qui, perchè potrebbe trasformarsi nel vostro dolce preferito delle grandi occasioni...





Ingredienti:

Per la torta

-275g di farina 0;

-1/2 cucchiaino di lievito per dolci;

-1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

-un pizzico di sale;

-3 uova;

-170g di burro;

-300g di zucchero;

-un cucchiaino di estratto di vaniglia;

-240ml di kefir


Per la glassa

-200ml di panna;

-200ml di crème fraiche (panna acida);

-un cucchiaino di estratto di vaniglia;

-50g di zucchero a velo;

-q.b. di confettura a scelta (per me di more)


Procedimento:

Setacciate tre volte la farina con il lievito e bicarbonato.

Montate per 5 minuti lo zucchero e il burro ammorbidito.


Versate a filo le uova precedentemente sbattute con il pizzico di sale.


Aggiungete la farina amalgamandola con una spatola delicatamente per non smontare la massa. Aggiungete il kefir e la vaniglia.


Dividete il composto in due teglie imburrate e poi rivestite di carta forno (fatela aderire ai bordi delle teglie. Io ho usato due tortiere da 20cm Ø ). Livellate la superficie e infornate a 155°C per 35 minuti.


Preparate la glassa montando la panna e la crème fraiche. Unite verso la fine lo zucchero a velo e la vaniglia.


Una volta che le due basi torta saranno raffreddate completamente rivestite la superficie di una di esse con la confettura da voi scelta, adagiatevi sopra la seconda torta e glassate.

Decorate a piacere con frutta, fiori eduli, codette eccetera.

23 visualizzazioni

© 2019 BIO.LOGICA - Creato con Wix.com